i giovedì dell’umanitario

Segnaliamo questa interessante iniziativa proposta da Medici senza Frontiere di Verona! 

INVITO AL SECONDO INCONTRO DELLA RASSEGNA
 
“ I GIOVEDI’ DELL’UMANITARIO”
 
 
Data:                                                                                  Giovedì     17/02/2011 dalle ore 20:30 alle ore 22:30
 
Luogo:                                                              Verona – Vicolo Corticella S. Marco, 6 – Sede di Medici Senza Frontiere Gruppo di Verona
                                                                                                                                (Da Porta Borsari: 5 vicoli a sinistra   –   Da Piazza Erbe: due vicoli a sinistra)
 
                                 Nell’ambito della rassegna “I giovedì dell’umanitario”, il gruppo di Medici Senza Frontiere di Verona ti  invita all’incontro:
 
                                                                                                                                   HAITI: UN ANNO DOPO E’ ANCORA EMERGENZA.
                                                                                                                                                             
                                                                                   Durante la serata ci sarà la testimonianza di Gianbruno Cecchin, operatore umanitario di MSF.
 
Haiti: sono quasi 100.000 i pazienti curati da MSF per il colera.  Mentre Haiti ricorda le sue vittime del terremoto di un anno fa, la diffusione del colera sembra rallentare sia nel nord del paese che a Port-au-Prince, nonostante l’evoluzione dell’epidemia rimanga imprevedibile e le equipe di Medici Senza Frontiere siano ancora in stato di allerta
Per motivi organizzativi  ti invitiamo a segnalare l’eventuale  adesione a : info.verona@rome.msf.org cell. 345 46 38 168
                                                           
Medici Senza Frontiere di Verona – Vicolo Corticella San Marco, 6 Verona –  sito: www.medicisenzafrontiere.it  Facebook: Medici Senza Frontiere Gruppo di Verona
 
.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.
Desideriamo testimoniare   ciò che facciamo, ciò che vediamo, le sofferenze che alleviamo..
                                                                                                                 Perché?   Ma  perché la conoscenza critica è il primo passo necessario per essere più  consapevoli
                                                                                                                Testimoniare significa raccontare la vita e le sofferenze delle popolazioni vittime di guerre, delle
                                                                                                                 malattie, delle catastrofi naturali. Raccontare significa anche sollevare un problema che altrimenti
                                                                                                                 rischia di rimanere sconosciuto, significa richiamare alle proprie responsabilità nei confronti delle
                                                                                                                 popolazioni in pericolo i governi e le istituzioni, significa lanciare un grido d’allarme quando persino
                                                                                                                 la nostra azione, l’azione umanitaria, viene ostacolata. L’esperienza  ha insegnato a Msf che il silenzio
                                                                                                                 e’ il migliore alleato della violenza, dell’impunità e dell’oblio. Il nostro impegno è promuovere una
                                                                                                                 cultura di responsabilità e solidarietà con una visione mondiale.
                                                                                                                 
-I

i giovedì dell’umanitarioultima modifica: 2011-02-13T10:40:02+01:00da g.eufrasia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento